LA DOMOTICA NEL TUO UFFICIO

La sindrome da burnout è una forma di stress da lavoro originariamente associata alle professioni d’aiuto, ed in particolar modo alle professioni sanitarie, che definisce lo stress causato dal disequilibrio tra richieste/esigenze lavorative e risorse disponibili. Tuttavia, oggi il cosiddetto burnout è considerato un rischio concreto e probabile in qualunque organizzazione di lavoro, e può colpire indistintamente ogni categoria di lavoratore e professionista.

Queste situazioni di squilibrio in psicologia vengono definite stressor, e possono avere due tipi di risposta: una positiva, definita di eustress, l’altra negativa, chiamata distress. La prima è una situazione estremamente positiva per l’organismo, che ritrova tono e vitalità, grazie alla produzione di catecolammine (adrenalina e noradrenalina) e all’attivazione e degli ormoni corticosteroidi. Al contrario, in caso di distress, si verifica un abbassamento delle difese immunitarie, e iniziano a presentarsi alcuni importanti campanelli di allarme come ansia, tensione, insonnia, ecc.

Costanti preoccupazioni finanziarie, organizzative o gestionali, ipertensione, ritmi e carichi di lavoro eccessivi o sballati, frustrazione e perdita di autostima sono tra le cause/sintomi più ricorrenti. Situazioni complesse e incerte che portano ad uno stato psicologico alterato e a conseguente stress.

Qualunque imprenditore è quindi potenzialmente a rischio burnout, eppure spesso si tende a sottovalutarne o ignorarne i sintomi, rischiando di peggiorare la situazione e di cronicizzarla con importanti conseguenze non soltanto sul piano psicologico, ma anche su quello fisico, aumentando così il rischio di problemi gastrici, cardiovascolari, immunologici ed altre patologie che possono avere esiti anche molto gravi.

LA DOMOTICA E' IN GRADO DI TOGLIERTI UNA GRANDE PARTE DELLE TUE PROCCUPAZIONI